ANCHE LA BANCA E' RISCHIOSA. CORTE D'APPELLO ANCONA.
PUBBLICATO IL 22 FEBBRAIO 2017 IN SENTENZE 926
Il merito è dell'avv. Emanuele Argento che ha convinto la Corte D'Appello di Ancona a respingere l'istanza di sospensione proposta da una primaria banca italiana, già condannata in primo grado.

Secondo la Corte, "L'istanza proposta dall'appellante è infondata".

E per noi è un urlo di gioia!

La notissima banca dovrà perciò sborsare il malloppo al proprio cliente sia nel rispetto della sentenza di primo grado sia perché ritenuto in salute, più della stessa Banca. Questo a supporto delle già nostre note Teorie e delle tante stagioni che hanno caratterizzato i ripetuti fallimenti dei più importanti gruppi bancari italiani, e non solo: una Storia, vera e misera.
La Corte d'Appello di Ancona ci dà ragione. Considera la "grande" Banca implicata rischiosa quanto il correntista.
 

Alleghiamo l'inedito ed originale provvedimento emesso dalla Corte di Appello di Ancona, che ha respinto la richiesta di sospensione di pagamento dell'importo espresso nella Sentenza di Primo Grado (v. sotto) per diverse centinaia di migliaia di €uro. 

 Provvedimento Corte d'Appello Ancona

Sentenza Primo Grado Trib. di Macerata (pag. 1-10 > pag. 11 conclusiva)