IL CLIENTE, LA BANCA, IL TRIBUNALE, IL GIUDICE, E LA SENTENZA N. 453/2017 DI LANCIANO.
PUBBLICATO IL 22 NOVEMBRE 2017 IN SENTENZE 766

A LANCIANO, IN PROVINCIA DI CHIETI, UN PICCOLO IMPRENDITORE VIENE FINALMENTE RISARCITO PER 81.551,68 DA UNA IMPORTANTE BANCA, PER ILLEGITTIMI INTERESSI ANATOCISTICI. 
SOPRATTUTTO OTTIENE L'AZZERAMENTO DELLO SCOPERTO DI CONTO, NON PROVATO DALLA BANCA, CHE SI E' RIFIUTATA DI CONSEGNARE GLI ESTRATTI CONTO AL CORRENTISTA OLTRE IL DECENNIO DALLA DOMANDA GIUDIZIALE.  

Il Cliente, assistito dal Tecnico Giurimetrico, Dr. Gennaro Baccile, e difeso dall'Avv. Andrea Florindi della squadra giurimetrica SOS Utenti, ha fatto quindi causa alla Banca, la Quale, per aver R-I-F-I-U-T-A-T-O di esibire gli Estratti Conto,  ha trovato esito sanzionatorio nella Giustizia Frentana attraverso il Giudice, Dr.ssa Cordisco, del Tribunale di Lanciano!! 
Negli allegati la Storia a lieto fine.

DOCUMENTI:
La Sentenza N. 453 del 20-11-2017

COMUNICATO STAMPA del 22-11-2017

Rassegna Stampa 

IL CENTRO 23-11-2017

IL MESSAGGERO 23-11-2017