IL CONTURBANTE MONDO SDL
PUBBLICATO IL 07 LUGLIO 2014 IN SOLDI 4129

A dire il vero ce la mettono tutta, in SDL, nel voler creare attenzione su un fenomeno come l'Usura bancaria, da noi documentata da anni, soprattutto fronteggiata con cause e sentenze a favore dei ricorrenti e/o dei nostri utenti.
Per chi non lo sapesse, SDL è, in sintesi, una delle tante società di MultiLevel Marketing, ovvero un'organizzazione piramidale con un progetto di gestione massiva, dopo la crescente domanda generata dalla SOS Utenti, sugli indebiti bancari. Gli esiti di tale luccicante organizzazione - ma si sa: non è tutto oro quello che luccica! - sono facilmente immaginabili, anzi monitorati e riscontrati, addirittura resi altisonanti con numeri mirabolanti, nella giostra mediatica connivente, per pagine pubblicitarie che diventano ambiguamente dei "redazionali (?)".

Quello che lascia perplessi è la modalità con cui si affumica per così dire l'arrosto, che inevitabilmente brucia per strada ogni sua componente organica, lasciando tutto al marchingegno della struttura piramidale, concepita e organizzata per accendere ansie, su un fenomeno che occorre conoscere molto bene per non lasciarci le penne. Se poi i "polli" sono tanti, inevitabilmente nella rete ci cascano isole (o pollai) di professionisti e Utenti. Ma l'attenzione di un professionista, sedotto da avvoltoi, dove finisce? Ovverosia: un professionista impegnato, o ritenuto serio, com'è giusto che sia un avvocato o un commercialista, può farsi catturare dalle Sirene ambulanti, su argomenti per i quali lo stesso professionista dovrebbe farsi pagare, soprattutto non farsi ingannare? Invece in Italia accade proprio questo: organizzazioni del multilevel-marketing, venditori in assoluto ignari di tutti gli aspetti tecnici per i quali ogni professionista dovrebbe eccellere in conoscenza, fanno il porta-a-porta e molti pseudo professionisti si lasciano imbonire o attrarre da organizzazioni che accalappiano pedine per nutrire le loro vendite. Insomma, sembra che diventare Vanna Marchi, con tutto il rispetto per la nota Signora, maestra delle Televendite negli anni 90', sia il sogno di molti. Sappiamo tutti, però, come sia finita! I media che tanto la osannavano, cosa fecero? In un primo momento, per lunghi anni, il sistema massmediatico foraggiò in vari modi l'affermarsi del "personaggio", con i suoi collaboratori. Successivamente, quando fioccarono le denunce sull'attività illecita, i Media diventarono i migliori multilevel-marketing della sua distruzione, del suo personaggio e delle società dalla stessa rappresentate.

In questo momento accade qualcosa di molto simile, tanto che la cover, "Angels-Demons" del gruppo di artisti Aes+f, sintetizza in tutto il fenomeno devastante generato dai "Dèmoni" luccicanti, attraenti e inquietanti, con ali di pipistrello, e neri, ovvero notturni, come ogni sanguisuga che si rispetti, forse anche nobile, com'è sempre stato, nella rappresentazione popolare e letteraria, il Conte Dracula.

Invitiamo dunque tutti i nostri associati ad attivare la massima attenzione, nel continuare a inviarci i documenti con cui questa e altre nuove organizzazioni portano gli Italiani in un giro che è anche un girone dell'Inferno dantesco, in tutto il territorio nazionale, battuto a tappeto, tra aziende e famiglie ignare, oltre alla contaminazione di studi professionali che "ignari" non dovrebbero essere affatto, ma che cascano con ingenuità in una rete dalle maglie sempre più larghe di pescaggio e di "accalappio".


In allegato, i recenti esempi di comunicazione relativi al conturbante mondo della SDL, società con base in Lombardia. Riportiamo anche la sentenza di Trani che batosta il gruppo di venditori ambulanti lombardi. Insieme alla sentenza di Trani, altri esiti sono dimostrativi del fallimento del Gruppo. Solo per citarne qualcuno, fanno bella mostra le altrettanto conturbanti sentenze dei Tribunali di Milano, Ferrara, Verona, Napoli, Treviso, ecc. ecc., tutte che sbugiardano i criteri adottati da SDL per ingannare i mutuatari.

Lettera Informativa SDL.pdf
Pagina pubblicitaria su_Libero.it_.pdf
31 MARZO 2014_TRIBUNALE_TRANI BATOSTA CRITERI DELLA SDL.pdf