Indebiti Bancari. Nuove Sentenze e Rivoluzioni nel Tribunale Civile dell'AQUILA.
PUBBLICATO IL 14 DICEMBRE 2017 IN SENTENZE 1049

Nuovo, inedito, risultato giurisprudenziale della SOS UTENTI, con l'Avv. Emanuele Argento (Foto in basso), presso il Tribunale Civile dell’Aquila: Sentenza N. 418 del 05.12.2017 del Giudice Unico Dott. Roberto Ferraripubblicata il 07.12.2017, in tema di rapporto di conto corrente con apertura di credito ed Opposizione a Decreto Ingiuntivo.

Il Tribunale aquilano ha confermato l'assenza di procura della Banca ricorrente quale mandataria della Banca creditrice rilevando il Difetto di legittimazione attiva della Banca ricorrente.  Sottolineato anche l'Onere della prova a carico della Banca, in sede di opposizione a decreto ingiuntivo, di produzione documentale degli estratti conto oltre i termini della Comparsa di costituzione e risposta.  Revocato, conseguentemente, il decreto ingiuntivo sia per mancanza di mandato che per tardiva produzione documentale.

In generale, dal lavoro processuale dell'Avv. Emanuele Argento si può affermare, secondo la sentenza del Tribunale dell’Aquila del 5-7.12.2107 che, in tema di rapporto di conto corrente, qualora la Banca ricorrente agisca quale mandataria della Banca creditrice deve fornire prova della procura notarile nell’ambito del mandato con rappresentanza - In difetto della produzione di tale atto, non è provato il mandato all’incasso e la procura dovuta al terzo contraente ai sensi dell’art. 1393 c.c. ed i conseguenti poteri processuali derivanti dalla rappresentanza sostanziale - La produzione degli estratti conto è tardiva quando, non attenendo l’esposizione dei movimenti alla prova dei fatti, ma alla allegazione degli stessi, andava compiuta, a seguito di eccezione dell’opponente in causa di opposizione a decreto ingiuntivo, con la comparsa di costituzione e risposta.

SENTENZA N. 418/2017 DEL TRIBUNALE DELLL'AQUILA

Comunicato Stampa